LOGO COMUNICAZIONE
                CRISTALLINA
TERAPIA-ANK COMUNICAZIONE
                                CRISTALLINA
PdA-PUNTO DI ASSEMBLAGGIO con
                                COMUNICAZIONE CRISTALLINA

PUNTO DI ASSEMBLAGGIO

HEKA NEFER
RADICI IMPROPRIE -
                              COMUNICAZIONE CRISTALLINA
EASY-D(R)
                                REPERTORIO VIBRAZIONALE di Ish Gisella
                                Cannarsa
REPERTORIO VIBRAZIONALE
EASY-D, di Ish,
a base cristalli
LA NASCITA CON COMUNICAZIONE
                              CRISTALLINA
Formazione per ns studenti:

SESTO LIVELLO COMUNICAZIONE
                              CRISTALLINA

Aggiornamento per ns studenti:

SESTO LIVELLO
MentaleCS



HOME
PAGE

 

Cianite
                Comunicazione Cristallina

 

TECNICHE VIBRAZIONALI

Oltre alla Cristalloterapia, Comunicazione Cristallina propone percorsi formativi, nell'ambito vibrazionale, adatti a chi vuole rientrare in possesso delle sue abilità ancestrali, ristabilendo un legame con qualità, accantonate, del passato.

Periodicamente organizziamo i corsi qui presentati: in genere il gruppo si crea da solo, spontaneamente, perché le persone risuonano della stessa necessità e volontà, e si attraggono anche se non si conoscono. Succede così che, da un giorno all'altro, più persone ci chiedano quando è il prossimo incontro, e allora sappiamo che è venuto il momento...

Torna spesso a trovarci, per aggiornare la tua agenda con i nostri appuntamenti!

anatomia
                              sottile con comunicazione cristallina
un momento con ComCri


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


TERAPIA ANKH COMCRI

Volantino TERAPIA ANKH

 

“Ankh” è la Chiave della Vita.
Conosciuta anche come “croce ansata”, per gli Antichi Egizi era un antico simbolo sacro, spesso raffigurato in mano alle divinità, o portata al gomito o sul petto. E ancora, inserita ad una estremità dell’Uas.

TERAPEUTI EGIZI

Non è solo un geroglifico,  con significato di "vita":  essa esprimeva il concetto di “forza vitale” che non si disperde ed era un vero e proprio “attrezzo” usato a tal fine.

I Terapeuti Egizi (Gesù venne iniziato presso questi), di cui ricalcarono le tracce i Terapeuti Esseni, erano famosi per  le loro capacità di guarigione, attraverso l’uso misto di quanto offriva la Natura (piante, cristalli, colori, acque, sole…), suoni,  l’imposizione delle mani e i rituali magici. Praticavano negli Hat Ankh, ovvero dei sanatori, costruiti in roccia e mattoni, a cui si ispirarono i Greci.

Il corso

Alcuni procedimenti dei Terapeuti Egizi possono essere molto ben integrati nel lavoro terapeutico odierno, perché di sostegno al terapeuta stesso, così da alleggerire, nelle persone,  il percorso di risoluzione delle problematiche presenti.

TERAPIA ANKH

Sono passi da utilizzare da soli, oppure abbinati alla Cristalloterapia, al massaggio, con e senza oli essenziali, o al Reiki (peraltro alcuni passi sono stati riscoperti e reinseriti, da poco, in  alcune scuole reiki). Perfetti per chi già lavora con Aura ed Energie Sottili.
Arricchiscono qualsiasi tecnica di una maggiore capacità di gestione dell’energia stessa.

Non è necessario avere conoscenze particolari, né sono richieste doti speciali.
Infatti, tutti gli studenti che hanno frequentato il corso, proposto a più riprese - tra la fine degli anni 90 e l’inizio del nuovo secolo -  hanno vissuto uguale esperienza: pian piano che ripetevano i gesti terapeutici,  si sentivano profondamente a loro agio, vedevano riaffiorare immagini antiche, si muovevano con la spontaneità di chi ha sempre fatto quelle cose.
Questo può solo significare che i passi appresi sono dirette chiave di accesso, catalizzatori per accedere ad un bacino di informazioni ataviche collettive, nell’Akasha.

TAU
PROGRAMMA:


Meditazione di rafforzamento delle Nadi
Simbologia dell’Ankh  (Tiet , Tau, Djed, Punto di Assemblaggio, ecc)
Ritualità preparatoria del Terapeuta (Come consacrare un Olio,
Autoterapia Pranica)
Passi di preparazione della persona e acqua senza memorie
Interventi sulla persona (i passi; il problema della saliva)

Il corso si svolge in un fine settimana.

Si raccomanda di vestire comodo, con calzettoni. Portare un tappetino.
Si rilasciano: Attestato, Dispensa, Boccetta di Olio consacrato (per vari utilizzi)

Per info e iscrizioni scrivere a info(at)comunicazionecristallina.org o telefonare al 347.4215722

karnak
                                bar

TI INTERESSA LA STORIA DEI TERAPEUTI D'EGITTO?
Puoi leggerne la storia romanzata nei 4 libri di Christian Jacq, dedicati tra le righe a tale argomento:

il primo, più interessante, è: Nefer. Il segreto della pietra di luce

Nel deserto dell'Alto Egitto, il sole infuocato arroventa le case di un villaggio inaccessibile. Set Maat è il suo nome, "Il Luogo della Verità". Tra le sue mura inviolabili è racchiusa la Pietra di Luce, il fondamento del potere supremo dei faraoni, la chiave dell'eternità, il Segreto. La custodiscono gli abitanti del villaggio, sacerdoti e artigiani a un tempo, uomini e donne dediti alla ricerca della bellezza e della spiritualità, riuniti in una confraternita di artisti consacrati a un'unica missione: costruire la dimora eterna di Ramses il grande. Tra loro vi è Nefer il Silenzioso, erede di una famiglia di scultori che ancora attende dalla dea Maat la chiamata a lavorare alle tombe dei re.

TORNA SU

 












LA NASCITA CON COMUNICAZIONE
                                CRISTALLINA











































SESTO LIVELLO
                                COMUNICAZIONE CRISTALLINA
































 








SETTIMO LIVELLO - KKHARMA E
                                  DHARMA








GUIDARE LA NASCITA

Approfondimento della tecnica dopo il Quarto livello


I nostri studenti, al quarto livello, rivivono - grazie ad una meditazione guidata - l'esperienza della loro nascita, scoprendo - in molto casi - frasi, eventi, presenze, interferenze che nessuno aveva mai raccontato loro (ma effetivamente legati al periodo fetale e al parto),  che, con una analisi attenta, spiegano atteggiamenti che hanno condizionato le scelte di vita, le fughe, il senso di inadeguatezza.

Con questo corso, aperto a chi abbia già frequentato il quarto livello (preferibilmente abbia completato gli studi del nostro percorso di cristalloterapia), si riprende l'argomento, lo si approfondisce in ogni aspetto legato al concepimento, ai nove mesi e al parto, e  alle tecniche utili per rilasciare i condizionamenti.

La scienza ha riconosciuto e sottolineato, in questi anni, l'importanza dell'esperienza fetale e del parto, come quei mesi influiscono profondamente nell'atteggiamento del nuovo individuo.
Questa tecnica diviene un importante spazio di benessere, da offrire ai propri clienti, distante dalla psicologia, dalla psicoterapia e dalle terapie mediche, in cui ogni Persona può essere accompagnata dall'Operatore nella riscoperta di luci e oscurità del momento sacro del venire alla Luce, per modularne gli effetti.


TORNA SU






















SESTO LIVELLO
Spegnere la mente, sintonizzarsi con la Mente

Cambiare modo di pensare significa accorgersi di cosa si pensa e di come di pensa. Significa scoprire di chi sono i pensieri che siamo convinti di creare.
Significa essere disposti ad impegnarsi nell'ascolto di sé e nella trasformazione di abitudini, di istinti (aggressivi o di difesa).


Il percorso è dedicato ai soli nostri studenti del percorso formativo professionale, che hanno gradatamente esperito e sviluppato la conoscenza dei termini tecnici "Corpi Superiori", usati nella nostra scuola, e quale significato essi comprendono, rispetto alle tante interpretazioni esistenti, dell'anatomia sottile.

Con il sesto livello si riprende l'esplorazione percettiva dei Corpi Superiori, dopo il training del percorso scolastico, e si impara a riconoscere come il flusso di informazioni ci coinvolge ed influenza.

Sostengono il lavoro due layout.

TORNA SU




















SETTIMO LIVELLO
L'incontro, il contatto con l'anima

da "Kharma-Corpo Superiore" a "Dharma-Corpo Superiore"

Per chi crede nella reincarnazione, l'individuo non vive una sola volta.

La sua parte essenziale, l'Anima, accompagna il percorso di incarnazione, di Vita in Vita, nell'evoluzione spirituale dell'Individuo.

Il percorso è dedicato ai soli nostri studenti del percorso formativo professionale, che hanno gradatamente esperito e sviluppato la conoscenza dei termini tecnici "Corpi Superiori" che usiamo nella nostra scuola, e quale significato essi comprendono, rispetto alle tante interpretazioni esistenti, dell'anatomia sottile.

Il settimo livello conclude il viaggio attraverso i Corpi Superiori e la presa di coscienza di  quali funzioni presiede e regola ognuno di essi.

Come sempre un layout specifico è in aiuto.


TORNA SU

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PDA COMCRI

PDA - Il Punto di Assemblaggio

La tecnica sciamanica per riarmonizzare l'energia del Core

scarica il file pdf

Il termine assemblaggio deriva dall'inglese "to assemble" con il significato di mettere insieme, unire. In italiano conserva tali significati, e in un senso più ampio significa unire più parti, già predisposte, per ottenere un tutt'uno omogeneo e coerente, con una propria identità fisica e funzionale.

Questo concetto, il "mettere insieme le parti", per ottenere qualcosa di definito, che abbia una sua propria connotazione, si è diffuso anche in ambiti molto lontani dalla meccanica e dalla fisica, estendendosi alla musica, alla grafica, all'informatica...

Noi ci riferiamo al campo elettromagnetico del Cuore, che influenza ed è influenzato dalle Emozioni, e che quindi risente - positivamente o negativamente - delle interferenze del Pensiero e della complessa chimica ad esso collegata.

 

OGGI PUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO CON DUE CORSI:

a) Nel PdA1 (il corso non si può fare a distanza), consideriamo il collegamento tra campo magnetico del cuore e del cervello, onde cerebrali, ghiandola pineale, biochimica, interferenze elettromagnetiche, percezioni e realtà.
Impariamo la tecnica per  intervenire sul punto di assemblaggio e modificare approccio alla realtà, stato d'animo, frequenze personali.
La tecnica può essere associata ad altre – già acquisite – di lavoro energetico.
La scuola mette a disposizione, nei due giorni, i cristalli con cui si lavorerà. I cristalli non sono compresi nel contributo di partecipazione.

b) Nel PdA2 (a cui si accede dopo PdA1, e non si può fare a distanza), entriamo in contatto con i punti di percezione individuali, sulla loro funzione  e come intervenire su di essi per favorire benessere e trasformazioni con intervento su di sé o altra persona. La tecnica, infatti, può essere associata ad altre – già acquisiste – di lavoro energetico e si presenta come ottimo sostegno e catalizzatore a vari livelli.

PUNTO DI UNIONE, non solo visione sciamanica!

Lo sapevano gli antichi Egizi, che esprimevano la forza di questo campo, il Core, attraverso il simbolo della Vita, l'Ankh

ANKCHIAVE
                                  DELLA VITA

Anche nel reiki (una semplicissima tecnica di ridirezionamento, dell'energia dell'universo, per lavorare su noi stessi) c'è la consapevolezza dell'importanza del campo elettromagnetico del Cuore (Core)

REIKI
                                  COMUNICAZIONE CRISTALLINA

E persino la devozione religiosa cattolica, fa riferimento ad esso, anche se molti ignorano che si tratta proprio del campo elettromagnetico del core:

CAMPO
                                  ELETTROMAGNETICO DEL CUORE

Possiamo intervenire sul Core? Si, possiamo farlo cambiando modo di pensare, allenandoci ad atteggiamenti interiori propositivi. Ma non è sempre possibile, nonostante l'impegno. Spesso si è sopraffatti

dagli imprevisti
dal ritmo dei familiari
dall'effetto dei medicinali, dei vaccini
dagli eventi traumatizzanti
dal cibo inadatto o modificato
dalle "regole educative", che ci inquadrano ed imprigionano
e soprattutto dalla mancanza di un sonno regolare,
dall'inquinamento elettromagnetico


DALLO SCIAMANESIMO ALLA TECNICA NEL CORSO

Nello sciamanesimo, che considera differenti piani di realtà e la possibilità di passare dall'uno all'altro, a comando, ogni esperienza, ordinaria e non ordinaria, è valutata attentamente: non vi è nulla di irrazionale, non esistono giudizi che alienano chi viva situazioni insolite e/o anormali.

Anche la meccanica quantistica offre oggi una spiegazione simile, e avvicina sempre di più la visione spiritualistica alla scienza, accorciando la distanza tra mondo materiale e mondo sottile.

Le "anomalie", gli stati di coscienza alterati, le condizioni non ordinarie, di breve durata (realtà alternate) o conclamate dalla medicina come malattie, sono quindi piani di realtà. Che hanno a che fare con il Core.

PDA -
                                    PUNTI DI ASSEMBLAGGIO

Un tempo lo sciamano, nel suo lavoro, valutava la condizione del Core, e interveniva su un punto particolare, chiamato Punto di Assemblaggio o di Unione (vedi libri di Castaneda), perché è lì, in un punto preciso, individuabile e tangibile, che la percezione del Tutto viene assemblata: l'energia vibrazionale di tutto è trasformata dal punto d'assemblaggio in dati sensoriali, e interpretata,  acquisendo un valore vero/falso.

Il PdA è direttamente collegato al cervello, la cui emissione di onde cerebrali, di differente frequenza, trasforma le nostre azioni/reazioni e la capacità di vivere le esperienze consapevolmente, o meno, determinando i limiti tra

Realtà

Illusione

Sogno

Stabilire la posizione del PDA ed intervenire su tale punto, permette di correggere stati d'animo, favorisce l'esplorazione volontaria di piani differenti (fino al processo chiamato "illuminazione"), aiuta a sviluppare la seconda attenzione, sostiene le cure mediche in cui la persona sia emotivamente provata.
L'intelligenza del Cuore, l'attività del Core, sono ciò che rende possibile una trasformazione propositiva, il "salto quantico" nel Cambiamento in atto.
E' una tecnica semplice quanto delicata, che richiede piena responsabilità dell'operatore, nell'applicarla. Da oltre 10 anni proponiamo questo percorso pubblicamente: in Italia, a tutt'oggi (2017) è l'unico del genere.

Molti studenti che hanno frequentato corsi di Cristalloterapia, di Reiki, di Naturopatia, ma anche personale sanitario, operatori sociali e appassionati di frequenze vibrazionali stimolanti.

Interagire con il proprio Punto di Assemblaggio e riconoscere le qualità dei vari punti di percezione, è un'opportunità per modificare consapevolmente la propria vita ed aiutare chi lo chieda.

PINEALE DMT PINOLINA

Documentazione informativa (clicca sui link):

Il Cuore Energetico e il suo scopo nel destino Umano
Carlos Castaneda, le tre attenzioni, il punto di unione

Da: Il codice del Cuore, di Paul Pearsall
"La scienza ha scoperto tre nuove stupefacenti possibilità riguardo a come pensiamo, sentiamo, amiamo, guariamo e troviamo il significato della nostra vita. Questa ricerca suggerisce che il cuore pensa, le cellule ricordano e che entrambi questi processi sono correlati a un'energia estremamente potente, ancora misteriosa e molto sottile dotata di caratteristiche dissimili da qualsiasi altraforza conosciuta. [...]
Ho parlato di recente a un congresso internazionale di psicologi, psichiatri e assistenti sociali a Houston,Texas.
Ho parlato delle mie idee sul ruolo fondamentale del cuore nella nostra vita psichica e spirituale e, dopo la mia presentazione, una psichiatra ha preso il microfono durante il dibattito per chiedermi di una sua paziente la cui esperienza sembrava suffragare le mie idee sui ricordi cellulari e sul cuore pensante.
Il caso la turbava talmente che dovette lottare per parlare, nonostante le lacrime.
Singhiozzando al punto che il pubblico e io facevamo fatica a capirla, disse: <Ho una paziente, una bambina di otto anni, che ha ricevuto il cuore di una decenne assassinata. La madre l'ha portata da me quando ha cominciato a urlare di notte perché sognava l'uomo che aveva ucciso la sua donatrice.
Diceva che sua figlia sapeva chi fosse quell'uomo.
Dopo diverse sedute, non ho più potuto negare la realtà di quello che la paziente mi diceva. Alla fine la madre e io abbiamo deciso di chiamare la polizia e, usando la descrizione della bambina, l'assassino
è stato scoperto. E' stato giudicato colpevole in base alle prove fornite dalla mia paziente. L'ora, l'arma, iiposto, gli abiti che indossava, quel che la bambina uccisa aveva detto al suo assassino... tutto quello che la ricevente del piccolo cuore aveva riferito era assolutamente corrispondente>."


Master PdA
(per insegnare il metodo): chiedere in segreteria


TORNA SU

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

HEKA NEFER - KA

HEKAU NEFER

Hekau Nefer significa "bella energia". Nell'antico Egitto che ho conosciuto io, con i Terapeuti Egizi, era una pratica di chelazione e pulizia, per eliminare dalla persona tutti i residui nocivi o inutili (le "scorie").

Con questa pratica l'operatore entrava profondamente in contatto con la persona e le sue problematiche. Per evitare che ogni malessere, negatività e brutto pensiero, potessero essere recepiti e assorbiti dal terapeuta, veniva usato un simbolo che fungeva da "chiave".
Possedevano questa "chiave" solo i terapeuti che erano stati iniziati attraverso una particolare attivazione.

Per "scorie", qui, intendo l'aspetto energetico di tutto ciò che il sistema psico-fisico, della persona, non riesce ad elaborare, trasformare ed eliminare da solo. La pratica lavora quindi sull'aspetto energetico-vibrazionale dei metalli pesanti, delle medicine chimiche, dei cibi non sani, ma anche su tutte le emozioni negative, ferite eteriche, larve, ganci, forme pensiero, "residui" di eventi che indeboliscono ognuno di noi.

C'è bisogno di incoraggiare le persone che vogliono "impegnarsi a stare meglio": questa pratica aiuta ad alleggerire i fardelli, sgombra il terreno psico-fisico, ma non è da usare come la purga dopo ogni grande mangiata, perché... occorre imparare a mangiare meglio, ovvero diventare responsabili, per avere cura di sé.

Per dirla senza metafore, oggi Hekau Nefer riporta ad un buono stato energetico, lavora sugli effetti collaterali di molte cose, e permette di dedicarsi a nuove abitudini con maggiore slancio e successo, ma non è la pratica miracolosa che toglie tutto e per sempre.

Partecipazione:
per partecipare sarebbe meglio aver già esperienza con tecniche come reiki, terapia Ankh, pranic healing, ecc. in modo da avere già chiaro come lavora l'energia cosmica e perché concetti come responsabilità, karma e "attivazione" sono già stati direttamente vissuti.


HEKAU NEFER, ora semplificato per essere acquisito in una giornata, comprende una attivazione di derivazione egizio-atlantidea.
La scuola mette a disposizione, per la durata della lezione, i cristalli utili alla pratica.

Per partecipare al corso, tenuto da Ish, scrivi a info@comunicazionecristallina.org


Master HN (per insegnare il metodo): chiedere in segreteria


TORNA SU

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DICI IMPROPRIE
                                1



RADICI IMPROPRIE - COMUNICAZIONE
                                CRISTALLINA



RADICI IMPROPRIE





RADICI IMPROPRIE


       

Radici Improprie 1 (lavoro su di sé).
Le eredità scomode, la lealtà familiare, l'ascendenza femminile e maschile.

L'incontro, che va dalle due ore alla mezza giornata (in base al numero di persone), è mirato alla presa di coscienza dei legami familiari, le eredità, spesso chiamate "tradizione", oppure "educazione", ma anche manie, tic, segni fisici, paure e scelte inconsapevoli. Un carico che in realtà non è precisamente "nostro", ma acquisito, che va elaborato consapevolmente, per accettarlo, integrarlo, modificarlo, eliminarlo (dipende da ognuno di noi, cosa farne).

In ogni incontro si elabora una linea di ascendenza (un solo genere, femminile oppure maschile).

E' un lavoro personale, guidato, in gruppo, e si può partecipare più volte, perché pian piano che si prende confidenza con il viaggio interiore, si evidenziano i tanti aspetti ramificati, del grande albero genealogico, perché si esclude la mente e si permette alle informazioni di emergere libere. 

Si può partecipare senza dover proseguire con le parti 2 e 3
Radici Improprie 1 è obbligatorio per chi voglia seguire la formazione con le parti 2 e 3


Radici Improprie 2 e 3: rivolto agli operatori
Il corso è aperto a chi abbia già  il quarto simbolo Usui (DKM) e non necessariamente il master di reiki.

Ai partecipanti è richiesto di aver preso parte a due incontri di Radici 1, ovvero aver completato il viaggio nelle ascendenze (femminile e maschile), ed averne esperito gli effetti.

Durante il corso  si considerano le implicazioni energetiche della lealtà familiare invisibile, dell'eggregore coercitivo, nonché l'eco dei riti di passaggio, che generano ripetizioni inconsapevoli, e  il legame insoluto (personale o ereditato). A ciò si sommano le reazioni individuali, difensive, che possono essere attive o passive, prevaricatrici o accondiscendenti.

In termini di anatomia sottile di distinguono quindi "cordoni e ganci" (termine tecnico per separare le tipologie di legame, nei rapporti), come si formano, dove, perché (anatomia di un legame energetico), per riconoscere la responsabilità personale dei risultati di ciò che diciamo/facciamo (effetto karmico o diretta conseguenza di questa vita; manipolazione, vittima e carnefice: quando  il vampiro siamo noi?).
Le paure di chi dice che vuole, ma rimanda l'elaborazione. Lavorare sul lutto; dalla separazione al divorzio; la perdita del lavoro; l'alibi dei doveri; l'alibi dei diritti; pretese e bisogni. L'affermazione di sé o del Sé? 

Tecniche di realizzazione e rilascio.


TORNA SU